mercoledì 17 novembre 2010

Tema in classe

Titolo: Descrivi una persona speciale che hai conosciuto durante le vacanze

Svolgimento:
Quest'estate sono andato al mare in Salento, terra di sole, mare e vento. E di cani randagi. Al mare, più precisamente al Fico d'india, località Torre Uluzzo, ho conosciuto un ragazzo molto simpatico: Stefano. Stefano è un ragazzo di circa trent'anni, ha i capelli, le basette e le unghie lunghe. Sì, perché Stefano di mestiere suona la chitarra classica in un gruppo etnico dal nome altisonante: Kamafei. Stefano è molto simpatico, fa un sacco di battute. Cioè fabbrica tute di Batman (sì, fa proprio battute di questo tipo, si chiamano freddure, credo, ma del resto col caldo che fa da quelle parti...ecco, sì, fa battute di questo tipo, a volte anche intelligenti, ma più o meno ci siamo. E' uno, che se gli chiedi di essere obiettivo, si avvita davanti a una macchina fotografica e poi aspetta che ridi).
Comunque, Stefano, il mio nuovo amico abita a Cutrofiano, paese famoso per le ceramiche. Le famose ceramiche di Cutrofiano. Non le conoscete? Ignoranti! Capre! Andate a studiare. Stefano ha molti cani, tutti raccolti dalla strada, e questo gli fa onore. Oltre al fatto che suona molto bene la chitarra, ovviamente.
Un giorno il mio amico Stefano mi ha fatto un giochetto. Mi ha detto:

Un pastore dice a un altro pastore amico suo
- Se mi dai undici pecore, poi ne avrò il doppio delle tue.
E l'altro pastore, che non era stupido, risponde:
- Dammi tu undici delle tue pecore, così ne avremo esattamente lo stesso numero.
Ora, sai dirmi quante pecore hanno i due pastori?

Da quelle parti gli affari si fanno così, si vede. Comunque io mi sono scervellato un bel po', e dopo quaranta minuti di tentativi con multipli di undici ho dato la soluzione. Poi ho ripensato al quesito e sono giunto alla conclusione che avrei potuto risolverlo subito con un sistema di equazioni.

La prima equazione si ricava dalla frase del primo pastore: se mi dai undici pecore, ne avrò il doppio delle tue, cioè: x+11 (le pecore del primo pastore più le undici date dal secondo) è uguale a 2(y-11) cioè al doppio delle pecore del secondo meno le undici che cederebbe al primo.
La seconda equazione la si ricava dalla frase del secondo pastore: dammene tu undici così siamo pari, cioè: y +11(le pecore del secondo più undici) è uguale a x-11 (le pecore del primo meno undici). Riassumendo:

x+11=2(y-11)
y+11=x-11

Risolviamo la prima e otteniamo x=2y-33 che andiamo a sostituire a x nella seconda equazione e otteniamo la seguente: y+11=2y-33-11 cioè
y=2y-33-11-11
y=2y-55
y-2y=-55
-y=-55
y=55

Con questo risultato possiamo ricavare x che è, ormai lo sappiamo, 77.
Se solo avessi studiato di più la matematica.
Qualche giorno dopo, un altro amico (Gianpiero), ci ha posto il seguente indovinello:
Un ubriaco tenta di abbracciare un barile, la gente si ferma a guardarlo per capire che cavolo vuole fare. Ad un certo punto l'ubriaco riesce ad abbracciare il barile toccandosi le mani ed esclama: Cazzo, sono circondato! Cosa significa?
Non l'abbiamo ancora scoperto. Chi ha qualche suggerimento me lo faccia sapere.
FINE


Voto: 2/Sei andato fuori tema, cretino!

4 commenti:

  1. è circondato perchè c'è tutta la gente intorno che lo guarda.e

    RispondiElimina
  2. infatti la prima cosa che viene in mente è quella, ma non va bene, troppo ovvio. r

    RispondiElimina
  3. e soprattutto il tipo non mi vuole dare la soluzione... r

    RispondiElimina
  4. e carino ma la fine nn mi piace tanto

    RispondiElimina